Vajont – Storia di una tragedia annunciata di Marco Paolini

MARCO PAOLINI  RACCONTO DEL VAJONT FILM  COMPLETO 9 OTTOBRE 1963 (HQ)Vajont – Storia di una tragedia annunciata di Marco Paolini

Rai 2 celebra i 50 anni della tragedia del Vajont, con il noto spettacolo di Marco Paolini “Vajont – Storia di una tragedia annunciata”.
Marco Paolini è protagonista di un’orazione civile alla presenza di un pubblico formato da superstiti, parenti e amici della gente dei paesi colpiti dalla catastrofe del 9 ottobre 1963, che causò quasi 2 mila morti e la distruzione di cinque paesi.
Scritto insieme a Gabriele Vacis – ma con il contributo sostanziale di tantissime testimonianze – è diventato un vero pezzo di teatro, portato in giro per varie rassegne, fino a ritrovarsi applaudito, riempito di premi e riconoscimenti. Paolini rimette in gioco la memoria dei paesi e della gente, l’impegno dello scrittore, il potere affascinante e coinvolgente del racconto, della parola detta. I morti di quella notte vengono ricordati insieme e uno ad uno, fissati per sempre nelle loro case, nelle piazze dei paesi, nelle osterie dove erano andati in tanti per seguire una importante partita di calcio in televisione. L’attore racconta tutta la storia a partire dagli anni ’50, e va ancor più indietro, fino dove arrivano le tracce delle prime misurazioni, dei primi progetti; poi va avanti fino al processo, presentando documentazioni precise, articoli di giornali, dichiarazioni che già annunciavano la grande catastrofe.
Lo spettacolo venne trasmesso per la prima volta da Rai 2 nel 1997

Streaming Vajont – Storia di una tragedia annunciata di Marco Paolini

Download il DVD Vajont – Storia di una tragedia annunciata di Marco Paolini

Vajont – Storia di una tragedia annunciata di Marco Paolini was last modified: dicembre 12th, 2014 by glianni70.it

Post correlati

Bookmark the permalink.

Vecchi commenti

  1. Pingback:Vajont – Storia di una tragedia annunciat...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.