Un uomo così – Un ritratto della personalità di Aldo Moro (Dossier Moro)

Aldo_MoroUn uomo così – Un ritratto della personalità di Aldo Moro

Dossier Moro

È stato scritto di lui: “Morbido, leggermente curvo, sembra un uomo d’altri tempi, con la sua ciocca di capelli bianchi, con i suoi occhi vellutati, con il suo atteggiamento pieno di mistero. Freddo, amletico, problematico, quasi angosciato. Porta con sé inconsapevolmente l’abbandono nel fatto che è proprio degli uomini dell’Oriente”. Ed ancora: “ È un tenace lavoratore che alla flessibilità apparente associa una rigidità di fondo assoluta. Ama il ritmo lento, creativo del lavoro artigiano. Crede più nelle forze spontanee, nei movimenti sotterranei che nella costruzione di un modello concepito dalla mente di pochi superbi oligarchi. È per questo che non conosce la concitazione, l’attivismo convulso ed è allergico alla retorica. Ha la forza della coerenza, di una personale correttezza, di una vasta e profonda cultura, “il dono divino del dubbio”, ma non ha spiccate capacità operative. Apertissimo alle istanze civili, rispettoso di tutte le opinioni, mediatore abilissimo di forze in contrasto, possiede il segreto per incantare i suoi interlocutori con il suono melodioso dei suoi discorsi”. La vita di Aldo Moro: un materiale prezioso, al di là dell’aneddotica, della quale proprio non c’è bisogno. Oggi dunque, dopo la cronaca ufficiale e i racconti del drammatico sequestro,  “La Storia siamo noi” in questa puntata presenta il ritratto di un Aldo Moro diverso: lo statista, il politico, ma anche l’uomo e il padre. “Un uomo così” è il titolo del libro scritto dalla figlia Agnese.

Un uomo così – Un ritratto della personalità di Aldo Moro (Dossier Moro) was last modified: gennaio 4th, 2015 by glianni70.it

Post correlati

Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.