Storia della comunità italiana in Australia

Storia della comunità italiana in Australia

la-comunita-di-italiani-in-australiaE’ storia abbastanza nota quella dell’emigrazione italiana in Australia. Tanti italiani hanno un parente vicino o lontano che è emigrato in Australia nel dopoguerra, ma la storia dell’emigrazione italiana in Australia è ben più lunga e comincia già dalla scoperta stessa del nuovo continente ad opera di James Cook nel 1770. A bordo della nave inglese c’erano infatti due marinai di origine italiana e un carcerato italiano che poi si stabilì a Sydney.

La prima comunità italiana in Australia si formò però solo a partire dalla fine dell’Ottocento nel Queensland dove era richiesta manodopera per la lavorazione della canna da zucchero. Il flusso migratorio divenne poi più consistente quando nel Western Australia scoppiò la corsa all’oro. Fu allora che la comunità italiana iniziò a superare le mille unità grazie anche a un trattato bilaterale tra Regno Unito e Italia che dava libertà di viaggio, soggiorno e impresa ai nostri connazionali (un cugino più fortunato dell’attuale visto Working Holiday).

Nei primi del ‘900 e soprattutto dopo la Prima Guerra Mondiale oltre 20 mila italiani – soprattutto uomini – partirono per l’Australia in cerca di fortuna. Molti provenivano dalle regioni del Sud o dal Nord Est del Paese, in fuga da una condizione precaria e dalle difficoltà economiche di cui l’Europa e l’Italia soffrivano.

Fu poi con la fine della Seconda Guerra Mondiale che si concretizzò il vero boom di emigranti italiani verso l’Australia. La situazione economica drammatica nel nostro Paese alla fine della guerra spinse oltre 200 mila italiani a trasferirsi in Australia tra il 1949 e il 1959. Dopo un periodo di blocco durante il conflitto l’Australia aprì nuovamente le porte agli italiani, spinta anche dai buoni rapporti diplomatici con il nostro Paese. Il grande bisogno di manodopera e l’abbondanza di opportunità attirò molti nostri connazionali in cerca di una vita migliore e fino agli anni ’70 l’immigrazione viaggiò a ritmi molto sostenuti.
Alberto Sordi: Bello, onesto, emigrato in Australia Storia degli italiani emigrati in Australia

E’ di quegli anni ad esempio il film con Alberto Sordi e Claudia Cardinale: “bello, onesto, emigrato in Australia sposerebbe compaesana illibata”. Un vero e proprio spaccato di vita dell’emigrato alla ricerca di una compagna di vita dopo tanti anni di solitudine.

Proprio per favorire gli incontri e il mantenimento dell’identità italiana, i nostri connazionali si organizzarono in Club e Associazioni che contribuirono a mantenere i legami tra loro e a conservare le tradizioni. Determinante fu anche il loro compito nel promuovere lo studio della lingua italiana nelle scuole primarie australiane tuttora in vigore.

Ad oggi la comunità italiana in Australia è la terza più grande dopo britannici e irlandesi e la prima tra quelle non anglofone. Gli oriundi italiani in Australia sono oltre 900 mila, pari a circa il 4% della popolazione totale. Le tracce di questa comunità sono ancora vive anche se le nuove generazioni hanno sempre meno in comune con i migranti della prima ora che partivano spesso senza nemmeno sapere dove stessero andando di preciso.

Restando nello stesso tema, Go Study ha sponsorizzato il lavoro di Italian Dreamtime, progetto partito nel 2013 che ha raccolto video-testimonianze degli italiani in Australia e ha documentato i loro racconti e sogni in oltre 40 interviste di cui molte già disponibili sul sito e sul canale YouTube.

Le aree maggiormente abitate dagli emigrati italiani in Australia oggi sono quelle delle grandi città. Le più grandi comunità italiane in Australia sono a Melbourne (Carlton), Sydney (Leichardt e Haberfield), Adelaide (Campbelltown) e Perth.

Dopo una flessione del flusso migratorio tra il 1970 e il 2000 oggi la storia sembra ripetersi e il numero di italiani in cerca di fortuna in Australia è di nuovo in aumento. Nel biennio 2012-2013 l’Italia è stata il sesto Paese al mondo per numero di visti di lavoro rilasciati dall’immigrazione australiana, con oltre il 60% di aumento rispetto al biennio precedente. Secondo il censimento AIRE nel 2012 erano oltre 130 mila gli italiani residenti in Australia.

tratto da : http://www.gostudy.it/blog/italiani-australia/la-storia-comunita-italiana-in-australia/

 

Storia della comunità italiana in Australia was last modified: settembre 15th, 2015 by glianni70.it

Post correlati

Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.