Piazza delle Cinque Lune (2203) di Renzo Martinelli

piazza delle cinque lune

Piazza delle Cinque Lune (2003), [Xvid – Ita Mp3]

Il giudice istruttore Renato Saracini è arrivato al suo ultimo giorno di lavoro. Nell’androne di casa sua lo aspetta uno sconosciuto che gli consegna un plico. Si tratta di una bobina in super8 in cui è ripreso in modo confuso un attentato. Il giorno dopo, il giudice si confida con Branco, il capo della sua scorta e gli mostra il filmato. Intanto lo sconosciuto lo ricontatta e gli dà appuntamento in una chiesa, sostenendo di conoscere dove si trova l’originale del Memoriale Moro. Saracini è convinto che vale la pena condurre questa indagine e coinvolge nell’impresa Branco e Ferdinanda Doni, un giovane sostituto procuratore.

Titolo: Piazza delle Cinque Lune
Titolo originale: Piazza delle Cinque Lune
Nazionalità:Italia
Anno:2002
Genere:Thriller
Regia:Renzo Martinelli
Produzione:Martinelli Film Company Int., Istituto Luce
Distribuzione:Istituto Luce
Data di uscita:9/05/2003

Commento

Questa l’operazione di Renzo Martinelli (Porzus, Vajont) intitolata “Piazza delle Cinque Lune” che, nella prima parte, si dedica alla ricostruzione fedele del sequestro in Via Cesare Fani, con tanto di flashback riproposti in bianco e nero con tanto di celluloide sgranata del Super 8. Mentre la seconda fase dà più spazio al percorso pieno di insidie che intraprende Sutherland nella sua inchiesta. Ma, con tutto il rispetto verso la famiglia Moro, l’intento di Martinelli è uno dei meno riusciti nella storia del cinema. Quei pochi che si sono documentati sul perché di quella strage attraverso libri sul caso, erano già riusciti a dare tutte le spiegazioni plausibili, la pellicola non aggiunge niente di interessante. Persino una puntata di un programma di Minoli sul secondo canale un mesetto fa era riuscita ad essere più approfondita ed appassionante. Lo stile narrativo di Martinelli non riesce a coinvolgere, non basta qualche dolly nei momenti cruciali, e un paio di trovate fatte con la computer grafica per alzare una tensione che non c’è. Alcune soluzioni visive ricordano persino un Dario Argento piuttosto datato. Ogni cosa, ogni piccolo ingranaggio è scontato, per non approfondire parlando di un finale che definire banale è quasi un complimento. Che dire di Donald Sutherland e Giancarlo Giannini? Fanno il loro lavoro, sono pagati per questo. Stefania Rocca, nel ruolo del sostituto magistrato, cerca, forse, di uscire dal quel ghetto che un certo tipo di cineasti italiani le ha disegnato apposta, ma, proprio per colpa del regista, non riesce neanche a convincere se stessa. Forse l’intento di Martinelli era quello di divulgare alle masse quella strana indagine piena di lacune, usando un mezzo come il cinema, alla portata di tutti. Solo che, per far restare seduti un paio d’ore gli spettatori, bisogna saperlo usare, il “Cinema”.
Un consiglio a quelli che, mentre sbirciano il giornale, scelgono a loro discapito di puntare il dito su questo film: portatevi appresso, nella sala, un mazzo di fiori. Non tanto per ricordare un uomo che, con la sua statura, avrebbe potuto rovesciare le sorti del nostro paese, ma, più che altro, perché se questo è il tipo di opere che dovrebbe gareggiare con le grandi produzioni americane, vuol dire che il nostro cinema è proprio defunto.


Piazza delle cinque lune by Radio Rock Revolution

 

Download Piazza delle Cinque Lune

Piazza delle Cinque Lune (2203) di Renzo Martinelli was last modified: dicembre 1st, 2014 by glianni70.it

Post correlati

Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.