Chappaqua (1966)

Chappaqua Poster 1

Chappaqua (1966), [VHSRip – Mpeg – Eng Mp3 – HardSub Ita]

 

Chappaqua è un film del 1966 interpretato e diretto da Conrad Rooks.
Il film si avvale dei cameo di esponenti della beat generation ed altri personaggi celebri dell’epoca: lo scrittore William S. Burroughs, il guru Swami Satchidananda, i poeti Allen Ginsberg, Peter Orlovsky e Moondog e i musicisti Ravi Shankar e Ornette Coleman.
Nel 1966 l’opera ha vinto il Leone d’Argento – Gran Premio della giuria al festival di Venezia.

 

Titolo originale: Chappaqua
Fonte: VHS –> VHSRip
Nazione: USA
Genere: Drammatico
Regia: Conrad Rooks
Fotografia: Robert Frank
Sceneggiatura: Conrad Rooks
Musiche: Ravi Shankar (supervisione di Philip Glass)

Interpreti e personaggi:

* Jean-Louis Barrault: Dr. Benoit
* Conrad Rooks: Russel Harwick
* William S. Burroughs: Opium Jones
* Allen Ginsberg: Messiah
* Ravi Shankar: Sun God
* Paula Pritchett: Water Woman
* Ornette Coleman: Peyote Eater
* Swami Satchidananda: Guru

Anno: 1966
Premi: Gran Premio della giuria al festival di Venezia(1966)
Lingua: Inglese
Sottotitoli: Italiano (impressi)
Durata: 01:18:37
Dimensione: 763.108 MB

 

La trama di Chappaqua è molto semplice, parla del tossicodipendente americano Russel Harwick che si trasferisce a Parigi in una clinica e si fa seguire da uno specialista per cercare di disintossicarsi. Nel pieno delle cure il paziente riesce a scappare e a procurarsi della droga ma viene trovato e riportato in clinica per continuare la terapia. Alla fine viene dimesso anche se le sue condizioni non sono minimamente migliorate.
(Fonte: wikipedia)

 

Stile Del Film Chappaqua

La caratteristica di questo film sono i continui flash che all’apparenza costituiscono un apparato abbastanza disomogeneo. Le continue visioni, anche di lui da sobrio, rendono molto difficile la comprensione della storia per quanto questa sia banale. L’utilizzo continuo della “telecamera a spalla” dà l’idea di essere veramente partecipi delle sue visioni, dette anche “trip”. Gioca molto la colorazione porpora che è stata data alla pellicola dopo le riprese, rendendo questa serie di momenti una sequenza psichedelica di avvenimenti.
Sono presenti tutti gli elementi e le tematiche che fanno di questo film uno dei più famosi esempi di film psichedelici.
(Fonte: wikipedia)

Autore, regista, interprete e produttore di se stesso, Conrad Rooks fu una piccola rivelazione alla Mostra di Venezia del 1966: invitato in concorso per il rotto della cuffia, il suo film Chappaqua piacque al giurato francese Michel Butor e ottenne un Leone d’argento. Più che dal film, però, i festivaliers furono colpiti dal personaggio: un giovanotto in blue-jeans e cappello texano sempre pronto a offrire da bere e a vantare una biografia da romanzo di Scott Fitzgerald. Figlio di un re dei cosmetici, ex allievo attore di Strasberg a New York, ex drogato, Conrad Rooks si è pagato il lusso di un film autobiografico in cui narra la storia della sua crisi risolta con un approdo alle filosofie orientali. Chappaqua è il nome di una tribù indiana oggi quasi scomparsa e il titolo del poema che il protagonista compone mentre vola dagli USA in Francia dove dovrà sottoporsi a una cura di disintossicazione in una clinica specializzata: il film consiste appunto nella cronaca delirante e contraddittoria di una guarigione come riconquista della personalità. Tipico erede di una tradizione di nomadismo intellettuale, l’americano a Parigi degli anni sessanta brucia nel film cose viste, umiliazioni subite, parodie di altri film, sogni di potenza e mistici rapimenti. A differenza di un normale esordiente, Rooks ha potuto assicurarsi a suon di dollari i collaboratori più sofisticati: l’operatore Robert Frank, il musicista indiano Ravi Shankar e l’attore Jean-Louis Barrault. Nonostante i molti spunti velleitari, il risultato è la testimonianza di un talento disinvolto e torbido che potrebbe far ancora parlare di sé. (Fonte: Tullio Kezich – Il Corriere della Sera)

 

INFO:
Qualità bassa!!

 

Chappaqua (1966) was last modified: agosto 5th, 2016 by glianni70.it

Post correlati

Bookmark the permalink.

13 Comments

  1. Pingback:William Seward Burroughs - Radio Rock Revolution Anni 70

  2. Pingback:I migliori film sulla Beat Generation - Radio Rock Revolution Anni 70

  3. Offline!!! Potreste ricaricare?

  4. Ho notato solo adesso lo streaming, grandissimi!!! Siete in possesso di altro materiale beat?

  5. Novità?? 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.