“Buongiorno, notte” (2003)

buongiorno_notte“Buongiorno, notte”, [DivX – ITA – Mp3]

Trama “Buongiorno, notte” : Chiara, giovane terrorista appartenente alla lotta armata, è coinvolta nel sequestro Moro. Attraverso il suo sguardo prende corpo il complesso mondo degli “anni di piombo”, disperatamente fiducioso nell’avvento della rivoluzione e intrappolato nei rituali della clandestinità. Di contro è chiamata a vivere la normalità del quotidiano con i suoi ritmi di sempre…

Genere: Drama
Data Uscita: Venezia 2003
Valutazione: 7.2/10 (626 votes)
Durata: 106 min
Riconoscimenti: 6 wins & 15 nominations

  • Regia: Marco Bellocchio
  • Sceneggiatura: Marco Bellocchio Anna Laura Braghetti Daniela Ceselli Paola Tavella
  • Fotografia: Pasquale Mari
  • Cast: Luigi Lo Cascio Maya Sansa Roberto Herlitzka Pier Giorgio Bellocchio Giovanni Calcagno Paolo Briguglia Giulio Andreotti Tina Anselmi Letizia Bellocchio Maria Luisa Bellocchio Enrico Berlinguer Giulio Bosetti Francesco Cossiga Bettino Craxi Amintore Fanfani Emilio Fede Luciano Lama Giovanni Leone Gianni Schicchi Roberta Spagnuolo
  • Produzione: Marco Bellocchio Sergio Pelone
  • Colonna Sonora: Riccardo Giagni
  • Montaggio: Francesca Calvelli

 

Recensione: “Buongiorno, notte”

Un film del genere essenzialmente presenta un solo rischio: essere orribile. Se comunque si evita questa trappola, il risultato sarà sempre mediamente buono, poiché si vanno a toccare le corde della memoria, dell’indignazione o dei sogni perduti. Comunque ci si muove il pubblico resterà colpito.In ogni caso rivedere oggi i filmati d’epoca, a cavallo tra il bianco e nero e il colore, di un periodo vissuto quando ancora ero troppo giovane, lascia in bocca un sapore molto particolare e ci ricorda che forse non è ancora passato abbastanza tempo per avere il dono dell’imperturbabilità documentaristica.
La visione di Bellocchio del rapimento Moro è politicamente distaccata. Non ci troviamo di fronte ad un documento di denuncia, ad una condanna o ad una giustificazione. Abbiamo di fronte a noi i fatti vissuti attraverso gli occhi di Chiara (Maya Sansa / La meglio gioventù), la brigatista/carceriera del “Presidente”, come viene costantemente chiamato.
Essenziale nella scelta di Bellocchio è l’umanizzazione dei carcerieri, il parallelo tra le loro vite da reclusi, da soldati (come si considerano), e la necessità di mantenere, soprattutto Chiara, una vita normale sul suo posto di lavoro convivendo con i dubbi che man mano si fanno strada dentro di lei.
Un Moro rassegnato, quello che ci restituisce il film, ormai conscio di essere stato abbandonato e di essere lo strumento con cui lo Stato intende sollevare l’opinione pubblica contro le BR. Un martire annunciato di una classe politica che per mantenere la presa sull’Italia non ha mai fatto sconti a nessuno e non si è mai posta scrupoli. D’altronde lo stesso Moro, reo di aver “aperto a sinistra”, ben conosce i meccanismi di cui era manovratore.
Rapitori anche loro prigionieri degli ideali che si trovano comunque costretti a compiere un gesto in cui forse non credevano più, ma che per mantenere “credibilità” devono portare a termine.
Scandalizziamoci, inorridiamo o comunque pensiamo e poi chiediamoci quante differenze ci sono tra i terroristi di ieri e di oggi.
Un’ultima riflessione che esula, ma che certi filmati mi hanno tristemente riportato alla mente. Spesso sono sempre le scorte quelle che pagano il prezzo più alto alle quali facciamo sempre dei bellissimi funerali. Peccato che basti una settimana per scordarci non solo i loro nomi, ma anche la loro esistenza. Persone che per due lire mettono a rischio la vita, spesso indipendentemente dai loro ideali. Mi chiedo alla fine chi siano i veri “martiri”.

La chicca:
nella scena della seduta spiritica si scorgono alcune persone del club intente a giocare a carte sullo sfondo. Tra questi lo stesso Bellocchio.

La frase:
“Ognuno deve morire, ma non tutte le morti hanno lo stesso significato.”
Valerio Salvi

 

Scheda tecnica del DivX

Dimensione………….: 700 MB (or 717,146 KB or 734,357,504 bytes)
Durata…………………: 01:42:20 (153,501 fr)
Video Codec…………: DivX 5.0
Video Bitrate………..: 760 kb/s
Risoluzione…………..: 544×320 (1.70:1) [=17:10] FPS (Frames/sec)…: 25.000
QF (Frame quality)..: 0.175 bits/pixel
Audio Codec…………: 0x0055(MP3) ID’d as MPEG-1 Layer 3
Audio Bitrate………..: 192 kb/s (96/ch, stereo) CBR
Freq Audio…………..: 48000 Hz

 

Download “Buongiorno, notte”

“Buongiorno, notte” (2003) was last modified: novembre 30th, 2014 by glianni70.it

Post correlati

Bookmark the permalink.

2 Comments

  1. Pingback:Speciale Aldo Moro 30 anni dopo, veri e falsi misteri - Enigma - Radio Rock Revolution Anni 70

  2. Pingback:Film e documentari sugli anni di piombo - Radio Rock Revolution Anni 70

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.